TERAPIA EMDR

L’ EMDR, (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing) Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari, è una tecnica psicoterapeutica scoperta nel 1989 dalla psicologa americana Francine Shapiro. Utilizzata in origine per alleviare lo stress associato ai ricordi traumatici, è stata negli ultimi anni oggetto di numerose ricerche cliniche coinvolgendo psicoterapeuti, ricercatori della salute mentale e neurofisiologi. Oggi l'Emdr è considerato  trattamento evidence-based per il DPTS (Disturbo da Stress Post Traumatico), validato da ricerche e pubblicazioni nel campo del trauma.

E’ approvato, dall’American Psychological Association (1998-2002),dall’American Psychiatric Association (2004), dall’International Society for Traumatic Stress Studies (2010), dall’Organizzazione Mondiale della Sanità dal 2002 e dal nostro Ministero della salute dal 2003. Gli aspetti vincenti dell’EMDR sono la rapidità d’intervento, l’efficacia e la possibilità di applicazione a persone di qualunque età, compresi i bambini. Particolarmente indicato nella cura delle conseguenze dei traumi, l’EMDR si è via via trasformato in un approccio sempre più raffinato, complesso e globale, in grado di affrontare gran parte dei disturbi, in particolare i diversi disturbi d’ansia, attacchi di panico, lutti, disturbi alimentari ecc.

Se in passato l'EMDR veniva considerato una tecnica terapeutica oggi viene considerato una vera e propria terapia. La terapia EMDR infatti ha come base teorica il modello AIP (Adaptive Information Processing) che propone un modello di lettura del funzionamento della mente e della modalità con cui processiamo le informazioni in modo adattativo o disadattativo.

COME PUO’ AIUTARE L’EMDR ?

L’approccio EMDR offre l’occasione non solo per rielaborare i traumi del passato, ma anche per potenziare le capacità personali e le risorse individuali, per affrontare le sfide della vita quotidiana con serenità e sicurezza, senza sentirsi in balia di sintomi disturbanti. E’ ormai ampiamente riconosciuto come lo stress,  i lutti, i maltrattamenti in ambito famigliare, l’abuso infantile ed altri eventi di vita negativi siano fattori di rischio per lo sviluppo di disturbi psicologici capaci di incidere sulla qualità di vita della persona. Con l’EMDR si lavora non solo sui ricordi delle esperienze passate che possono aver contribuito all’insorgenza dei sintomi ma anche sulle situazioni presenti e sulla proiezione in esperienze future.

L’elaborazione attraverso l’EMDR del ricordo negativo o traumatico e di tutte le emozioni ad esso associate premette di superare l’evento/ricordo lasciandolo nel passato e non permettendogli più di condizionare il presente.

 

Articoli e testi di approfondimento

Fernandez_02.jpg

TRAUMI PSICOLOGICI, FERITE DELL'ANIMA

I. Fernandez, G. Maslovaric, Miten Veniero Galvagni

CopertinaKnipe.jpg

EMDR TOOLBOX

Jim Knipe

FarettaEMDRDP_03.jpg

EMDR E DISTURBO DA PANICO

Elisa Faretta