LA TEORIA POLIVAGALE IN PSICOTERAPIA

A Milano il 30 novembre ed il 1 dicembre 2019 si è tenuto il Seminario della Prof.ssa Deb Dana sulla terapia focalizzata sulla Teoria polivagale di Porge.
La teoria polivagale rappresenta uno studio importante sul funzionamento del sistema nervoso centrale e delle sue influenze sullo stato emotivo di ogni individuo. Questo contesto teorico ha dato vita a tecniche di intervento capaci di:
- aiutare le singole persone a capire e "sentire" il proprio funzionamento come sistema interconnesso corpo/mente
- utilizzare strumenti per aiutarsi a superare momenti di difficoltà in cui  vengono attivati stati emotivi, fisici e mentali che bloccano la persona in pensieri negativi o spaventosi facendoci sentire come se non ci fossero vie d'uscita.
Il sistema nervoso induce nel corpo delle reazioni specifiche che possono riguardare lo stato di agitazione (ansia), lo stato della calma o lo stato depressivo.
Nello stato di agitazione vi è un sovraccarico di energia che porta alle reazioni fisiche che si possono riscontrare negli stati di ansia e di attacchi di panico.
Nello stato di calma il corpo ci fa entrare in uno stato di pace che richiama quasi una situazione di equilibrio tra mente e corpo. 
Nello stato della depressione invece il corpo viene completamente prosciugato delle energie e la nostra mente viene condizionata solo da senso di inutilità, di vuoto, di perdita di fiducia.  
Soffermarsi su questi tre aspetti legati proprio alle reazioni normali del nostro corpo diventa utile per capire dove siamo  (auto ascolto) e per riflettere come spostarci da uno stato all'altro.  
Durante le esercitazioni del corso è stato possibile vedere la forza d'impatto che il lavoro sulle immagini mentali ha sul sistema nervoso e sul corpo delle persone, richiedendo una spiccata sensibilità da parte del terapeuta nel rispettare i tempi e le fragilità di ogni singolo individuo.